Il Liceo Durano di Brindisi al “Festival dei Licei musicali di Puglia”: a San Giovanni Rotondo un importante tributo a Padre Pio

  • gallery
  • gallery
  • gallery

Una grande manifestazione, un vero inno alla musica, ha avuto luogo venerdì 7 dicembre presso l’Auditorium del Centro di Spiritualità Padre Pio a San Giovanni Rotondo.

Riuniti per il primo “Festival dei Licei Musicali di Puglia”, undici istituti del lungo tacco dello stivale, da nord a sud (San Giovanni Rotondo, Acquaviva, Bari, Gravina, Foggia, Barletta, Monopoli, Taranto, Brindisi, Lecce e Parabita) hanno festeggiato con la loro musica l’evento che, nell’intenzione degli organizzatori, sotto il patrocinio dell’USR e della Regione Puglia e alla presenza di non poche cariche e personalità del mondo della scuola e della politica, si è voluto idealmente ricollegare a due importanti ricorrenze.

Nel 2018 ricorre infatti sia il 50esimo anniversario della morte di padre Pio, sia l’80esimo anniversario dell’istituzione del liceo musicale istituto magistrale statale Maria Immacolata, fortemente voluto ed incoraggiato proprio dal frate di Pietralcinaper permettere alle ragazze e ai ragazzi di San Giovanni Rotondo e dei territori limitrofi di avere una crescita educativa ed una formazione culturale e didattica, unendo, agli studi delle materie liceali, lo studio della musica in tutti i suoi aspetti esecutivi, storici, culturali ed artistici.

E non è certamente un caso che i saluti e gli interventi delle autorità (da Anna Cammalleri a Sebastiano Leo, ai numerosi dirigenti scolastici presenti), siano tutti inquadrabili nell’ottica dell’importanza della musica come risorsa cruciale per costruire il futuro del Nostro Paese: la musica come codice universale che favorisce l’inclusione e l’integrazione culturale, che cancella le differenze e abbatte i pregiudizi.

Un potentissimo strumento di educazione civica che ha avuto la sua splendida celebrazione grazie alle numerose performance dei tanti studenti pugliesi che, guidati e diretti dai loro insegnanti, si sono alternati sul palco nelle loro vivaci e diversificate esibizioni artistiche che hanno saputo affascinare la platea che ha applaudito, con vero fair play, dall’inizio alla fine.

Il Liceo Musicale “Giustino Durano” di Brindisi vi ha preso parte con un ensemble misto di pianoforte, chitarre, fisarmoniche e percussioni composto da diciannove studenti diretti dal professor Enrico Donateo. La formazione ha presentato nove minuti di musica ad alta carica emotiva: ha aperto con Tango pour Claude del fisarmonicista francese di origini italiane Richard Galliano, seguito da un intermezzo di sole chitarre e percussioni di BabeI’m gonna leaveyoudei Led Zeppelin che è sfociato splendidamente in Libertango del compositore argentino Astor Piazzolla, eseguito in versione classica ed originale. Pezzi che, con il loro ritmo incalzante e seducente, sono molto piaciuti al pubblico in sala, che ha gratificato l’orchestra brindisina con un lungo applauso.

Un tributo importante offerto al grande Frate cappuccino, proclamato beato e poi santo da Papa Giovanni Paolo II, offertogli proprio dalle giovani generazioni che egli amava tanto.

Debora de Fazio

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *