NANOTECNOLOGIE AL LICEO CLASSICO MARZOLLA E AL LICEO SCIENTIFICO LEO

QUANDO LA SCUOLA SI FA SPERIMENTAZIONE E RICERCA

Nel pomeriggio del 9 dicembre, presso l’auditorium “Cinzia Zonno” del Liceo Classico Marzolla, si è svolto il seminario di lancio del progetto “Nanotecnologie: in viaggio nella materia. Esperienze dal futuro”, per il quale il Liceo Marzolla Leo Simone Durano, partecipando ad un bando nazionale, ha ottenuto un importante finanziamento dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Decreto del M.U.R. prot. n. 2019 del 25.08.2021 di cui alla Legge 113/1991).

Il progetto vedrà gli studenti del Liceo Classico Marzolla e del Liceo Scientifico Leo cimentarsi nel ramo delle scienze applicate e delle tecnologie che si occupano della materia su scala dimensionale nell’ordine del nanometro. Presenti, oltre ad una folta delegazione di studenti e docenti, autorevoli ospiti che hanno sostenuto con entusiasmo il progetto, prendendo la parola dopo i saluti introduttivi del Dirigente Scolastico, prof.ssa Carmen Taurino: il sindaco di Brindisi Ing. Riccardo Rossi, il sindaco di San Vito dei Normanni dott.ssa Silvana Errico, il Direttore del Centro di Nanotecnologie Biomolecolari dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Lecce (Università del Salento) prof Massimo De Vittorio, il prof Maurizio Martino, docente di Fisica della Materia e vicedirettore del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università del Salento. I relatori hanno sottolineato quanto il ruolo delle nanotecnologie sia diventato sempre più rilevante nella nostra società, a partire da alcune applicazioni mimetizzate in oggetti di comune utilizzo nella vita quotidiana, fino agli scenari più entusiasmanti che riguardano la medicina e le biotecnologie.  E’ di grande importanza avvicinare le giovani menti alla ricerca in questo campo, anche scoprendo quanto possa essere appassionante cimentarsi con queste tematiche, che nulla hanno di ‘arduo’ e ‘inavvicinabile’, se approcciate con la giusta curiosità intellettuale e desiderio di scoperta. Questo lo scopo del progetto:  fare in modo che gli alunni del Liceo Classico Marzolla e del Liceo Scientifico Leo, accompagnati dai loro docenti, sperimentino e facciano ricerca nel mondo delle nanotecnologie, operando tanto nei laboratori ben attrezzati dei due plessi, quanto nei laboratori dell’Università del Salento. In tal modo i giovani ‘ricercatori liceali’ si faranno ambasciatori della cultura tecnico-scientifica sul territorio, anche coinvolgendo gli studenti più piccoli delle scuole del primo ciclo. Questo ambizioso progetto arriva a coronamento di un percorso di lunga data messo in atto dal polo liceale: l’Istituto Marzolla e  l’Istituto Leo, infatti,  non sono affatto nuovi a queste tematiche, avendo sovente implementato negli anni progetti didattici ed esperienze di taglio eminentemente laboratoriale,  in funzione di  avviamento e preparazione alle lauree scientifiche, anche nel campo delle nanotecnologie. Grande l’entusiasmo dei ragazzi, che si dicono pronti a lanciarsi nel mondo della scienza dell’infinitamente piccolo, dove, ne sono certi, scopriranno un universo adesso difficilmente immaginabile. Il seminario è fruibile anche in differita, sul canale YouTube del Liceo Marzolla Leo Simone Durano.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *